Fare musica fa bene. E si sente.

Andrea Farì

Diplomatosi in percussione al Conservatorio Bruno Maderna di Cesena nel 1994, ha partecipato a vari stages di perfezionamento con docenti di fama mondiale tra cui Gert Mortensen, Ruud Wiener, J.P. Drouet. Si è esibito in numerosi concerti come solista tra cui il Festival di Musica Contemporanea di Madrid, Asolo Musica, enti del Comune di Udine, A.GI.MUS., l’Ente Mostra Internazionale Cinema Libero, l’Ente regionale del Friuli Venezia Giulia, il Comune di Montepulciano, Nuova Scena soc. Coop., la Società Filarmonica Marchigiana. Partecipa come percussionista classico e contemporaneo in formazioni da camera con l’Ensemble di Andrea Centazzo, Musica Attuale, del gruppo Octandre, in orchestre sinfoniche tra cui quella del Teatro Comunale di Bologna e quella della Bulgaria. Ha collaborato con l'Associazione Musica Attuale e il gruppo Octandre, con cui ha partecipato ai corsi di composizione del Maestro Franco Donatoni tenuti presso l'Accademia Chigiana.

Dal 1992 realizza musiche di scena per spettacoli di Teatro-Musica quali “Fool’” di G. Rimondi, “Pegaso” di A. Pizzurro, “L’audizione” di G. Rimondi. Dal 1993 accosta alla musica acustica l’utilizzo della Computer Music. Con Geoff Warren, compositore e musicista londinese, costituisce il gruppo Air Mallet con cui si specializza nella ricerca musicale contemporanea, nella musica minimale e nell’improvvisazione.

Nel 1994 inizia un rapporto di duratura collaborazione col duo pianistico Landi-Orioli per l’esecuzione dei quartetti per due pianoforti e percussioni di B. Bartòk e di L. Berio; tale atipica formazione strumentale ha richiamato l’interesse di diversi compositori contemporanei e l’apprezzamento da parte del pubblico.

Dal 1997 al 2003 si dedica anche all’insegnamento degli strumenti a percussione presso la scuola “Messaggio Musicale Federico Mariotti”. Dal 1998 partecipa alla fondazione dell’Associazione Culturale InArte con cui promuove attività didattico-musicali per l’integrazione culturale nel territorio regionale. Nel 2000 istituisce con Ilaria Mazzotti il “Centro Artistico: giochiamo con le arti”, progetto di InArte finalizzato ad un primo apprendimento della musica e delle arti.

Dal 2003 al 2008 frequenta con profitto i corsi di perfezionamento in didattica Orff-Schulwerk dell’OSI organizzati dalla Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia di Roma, perfezionandosi sulle tecniche di didattica e sulla metodologia Orff e Dalcroze. Nel 2008 frequenta i corsi di perfezionamento sulla tecnica di Body Percussion, tenuti da Ciro Paduano, uno dei più importanti esperti in Italia, con il quale collaborerà poi alla realizzazione di seminari di formazione per i docenti della scuola. Da queste esperienze nasce in lui la curiosità di sperimentare forme di spettacoli musicali rivolti alle platee più giovani.

Nel 2005 inizia l’esperienza legata al Teatro-Musica, collaborando con attori del “Tam Teatro-Musica” e “Musica in Scena” nella realizzazione di spettacoli dove la musica si trasforma in teatro.

Nel 2004 fonda la scuola di musica “Accademia InArte” a Forlì riconosciuta dalla Regione Emilia Romagna con la quale, oltre ai corsi di formazione didattico-musicale per insegnanti delle scuole materne ed elementari propone stagioni concertistiche che hanno da subito la peculiarità di rivolgersi alle giovani generazioni per creare il nuovo pubblico dello spettacolo dal vivo.

Dal 2015 inizia una collaborazione con Susanne Martinet, una delle più importanti esperte sulla metodologia Dalcroze e dell’espressione corporea con cui idea alcune performance di interazione tra musica dal vivo ed espressione corporea.

Da allora Andrea Farì concentra il suo lavoro sulla ricerca di nuove modalità di fare e far fruire lo spettacolo in cui musica, performance multimediali, immagine, visual art, danza e teatro si fondano per renderlo sempre più vicino, suggestivo e coinvolgente per i giovani. Dal 2019 inaugura il Teatro InArte all’interno dell’Accademia InArte in cui gli è possibile attraverso spettacoli e concerti promuovere costantemente la sua ricerca.

Nel 2021 in particolare crea due progetti innovativi di musica dal vivo: il primo si chiama “Estro Nuovo” ed è legato alla promozione e divulgazione della musica contemporanea composta ed interpretata da giovani musicisti under 35; il secondo si chiama “Ascolta Due Volte” ed è un format concertistico in cui si va ad educare il pubblico ad addentrarsi dentro l’ascolto attraverso il ri-ascolto di un brano dapprima eseguito senza spiegazioni e poi riproposto con una spiegazione armonica, melodica e formale che assicura una comprensione più consapevole, quindi un’esperienza completamente diversa ed arricchente per il giovane pubblico.

Accademia InArte di Forlì (FC) e la Scuola Comunale Glenn Gould di Bellaria Igea Marina (RN) sono scuole di musica riconosciute per l'anno scolastico 2020/2021 con determinazione n. 9804 del 11.06.2020 del Responsabile del Servizio Sviluppo degli Strumenti Finanziari, Regolazione e Accreditamenti della Regione Emilia-Romagna, di cui alla DGR n. 2254/2009 e successive modificazioni. miur Ente accreditato alla formazione per il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.